Competenze e modalità organizative - Ambito Distrettuale di Tradate

Piano di Zona | Ufficio di Piano | Competenze e modalità organizative - Ambito Distrettuale di Tradate

L'Ufficio di Piano: competenze e modalità organizzative




E’ costituito da :
1. un responsabile  dell’Ufficio di Piano
2. almeno un tecnico dei servizi sociali di ogni Comune del distretto di Tradate.


COMPETENZE
- Supporta i tavoli politici in tutte le fasi del processo programmatorio;
- Gestisce gli atti conseguenti all’approvazione del piano di zona;
- È responsabile dell’attuazione degli indirizzi e delle scelte del livello politico;
- Organizza e coordina le fasi del processo di attuazione del piano di zona;
- Costruisce e governa la rete;
- Ha funzioni di studio, elaborazione e istruttoria degli atti;
- Coordina le Aree Tematiche.


MODALITÀ ORGANIZZATIVE

 

Nell’immediato per poter dare continuità al piano di zona il Comune di Tradate viene confermato ente capo fila dell’ambito distrettuale e l’attività dell’ufficio di piano viene organizzata con la seguente modalità:
- il responsabile dell’ufficio di piano coincide con il responsabile dei servizi sociali del Comune di Tradate;
- un’ assistente sociale, con esperienza nella gestione dell’ ufficio di piano, con il compito di supportare il responsabile e di garantire il raccordo con i servizi sociali dei Comuni.
- le assistenti sociali dei Comuni continuano a partecipare alle attività dell’ufficio di piano con le modalità già in vigore nella precedente programmazione;
- esternalizzazione dell’attività di comunicazione – sportello di cittadinanza;

il coordinatore  ha il compito di:
- programmare le attività dell’Ufficio di Piano in funzione degli obiettivi individuati nel  Piano di Zona e alle relative scelte politiche, alla luce delle indicazioni Regionali
- svolgere un ruolo di collegamento tra Organismo di Coordinamento Interdistrettuale dell’ASL, Assemblea dei Sindaci, Tavolo Assessori, Ufficio di Piano, Dirigenti Scolastici, Tavolo di Consultazione Locale del Terzo Settore
- monitorare periodicamente e verificare la realizzazione del piano di zona, i risultati raggiunti ne le modalità di funzionamento delle singole attività


l’assistente sociale, con un impegno indicativo di 8 ore  la settimana, ha il compito:
- di supportare il responsabile nella gestione delle attività afferenti al  piano di zona
- di  coordinare l’attività dei tecnici dei servizi sociali comunali per la realizzazione degli obiettivi del Piano di Zona programmare e provvedere alla stesura dei progetti distrettuali


il tecnico dei Servizi Sociali comunale, con un impegno orario settimanale in orario lavorativo del comune in proporzione alle ore di servizio (garantendo un minimo di 2 ad un massimo di 4 ore settimanali), deve svolgere le competenze indicate sopra. Ogni operatore acquisisce una specificità su di un’ area tematica, affrontando l’argomento in modo trasversale


 


Ultimo aggiornamento: 09/05/2013


 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (346 valutazioni)